Il propoli

 

 

 

Lapi sono insetti molto importanti, fondamentali per garantire gli equilibri degli ecositemi e l’esistenza  dell’impollinazione.  I primi popoli ad allevare le api furono gli Egizi, tanto che è presente una ricca simbologia associata a questi animali su papiri, templi e gioielli.

I prodotti delle api sono utilizzati dall’antichità, e sono stati da sempre considerati preziosi e terapeutici.

Qualche settimana fa mi sono imbattuta in un libro molto interessante, “SuperFood” di David Wolfe, in cui ci sono molte notizie sulle api e sui prodotti che ne derivano, che vi voglio raccontare.

 

LA VITA NELL’ALVEARE

Un alveare può contenere fino a un massimo di 80.000 api: c’è una sola regina, centinaia di fuchi maschi e tantissime  api operaie, che sono femmine. L’ape regina può deporre fino a 3.000 uova al giorno. Ogni giorno, le api dello stesso alveare visitano circa 225.000 fiori, ogni ape circa 1000. Per quanto piccole, le api hanno il tessuto nervoso più denso rispetto a qualsiasi altro animale: ciò permette loro di comunicare attraverso una danza, che riescono a comprendere anche al buio; la presenza di una banda magnetica intorno al cervello, invece, le aiuta ad orientarsi.

Le api sono gli unici insetti a produrre del cibo per l’uomo: miele, pappa reale, polline e propoli.

 

Oggi vi parlerò proprio del propoli.

 

Che cos’è il propoli?

 

Il propoli è l’insieme delle resine che vengono raccolte dalle api a partire dai germogli e dalle cortecce degli alberi. All’interno di questa resina sono presenti i bioflavonoidi, con azione antibiotica, antifungina e antibatterica, usate dalle api come protezione. Infatti in un alveare si raggiungono i 34 gradi e in un ambiente caldo e molto affollato è possibile il diffondersi di malattia portate da batteri e virus. Il propoli serve a questo: a sigillare le fessure dell’alveare.

Il propoli viene raccolto dall’uomo per le sue azioni antibatteriche, antifungine e antibiotiche, completamente naturali.

 

Cosa contiene?

 

Il propoli è molto ricco di sostanze importanti:

-minerali

-amminoacidi

-grassi

-vitamina C

-vitamina E

-vitamine gruppo B

-bioflavonoidi

 

Le vitamine C, E e del gruppo B sono importanti per rafforzare il sistema immunitario, aumentare la longevità e quindi prevenire l’invecchiamento cellulare. Gli amminoacidi  e i grassi sono importanti per rispondere ai fabbisogni plastici ed energetici dell’organismo. Studi scientifici associano l’attività dei flavonoidi alla salute vascolare, anche se ancora non è stato chiarito quale sia l’apporto ottimale di queste molecole, in quanto la loro biodisponibilità, ovvero la quantità di sostanza in grado di essere assorbita e utilizzata dall’organismo, è influenzata da molti fattori endogeni ed esogeni.

 

Dove comprare il propoli?

 

Si trova in erboristeria o nei negozio di commercio equo-solidale. Viene venduta sia in forma grezza, dal colore scuro e dal sapore amaro, poco diffusa sul mercato, sia a gocce, da diluire in acqua, latte o direttamente nel miele, in modo facile e veloce per sfruttare tutti i benefici di questa sostanza!

 

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

RSS
Follow by Email
Twitter
Instagram